Plastic Bertrand

Grazie al management ufficiale di Plastic Bertrand e in particolare alla collaborazione di Pierrette Broodthaers possiamo pubblicare una biografia molto accurata dell’artista belga. La biografia contiene curiosità e aneddoti di un personaggio che nei primi anni ’80 ha stupito gli italiani grazie alla sua freschezza ed ironia. In fondo troverete alcune note della nostra redazione.

Cominciamo dicendo che molti suoi brani sono stati ripresi dai più grandi gruppi americani come i Sonic Youth, The Presidents of United States, Leyla Kaye (Prince) e addirittura i  Red Hot Chili Peppers, ma anche in alcune colonne sonore: "The wolf of Wall Street" (Leonardo di Caprio / Martin Scorsese), "Three Kings" (George Clooney), "Me Myself and I", "Jackass The Movie" e tante altre.
La sua carriera internazionale ha ricevuto consensi un po’ in tutto il mondo. In particolare ha vinto:

  • 16 dischi d’oro
  • 5 di platino
  • Il Billboard Award (USA)
  • Grand Prix de l’Académie du Disque (France)
  • Prix Sabam (Belgique)
  • Rolls Royce Cup (Italie)
  • Grand Prix du Midem (International)
  • Who’s Who of the Year (International).

Roger Allen François Jouret, meglio conosciuto come Plastic Bertrand, è nato a Bruxelles il 24 febbraio del 1954 da padre francese e madre ucraina. Plastic è musicista, autore, compositore, produttore, editore, presentatore e animatore. Un’anima poliedrica che gli ha permesso di spaziare in tutti i contesti artistici.

1963-1973
In questo periodo, a soli nove anni, comincia a formare i primi gruppi in qualità di cantante e batterista. La sua “Bison Scout Band” esegue cover dei Rolling Stones. “Les Pélicans” conquistano i locali e i festival delle coste belga e olandese grazie all’ingaggio della leggendaria radio “pirata” RadioVeronica e ai successi “Boums” e “Passing the time”.
Parallelamente continua la sua formazione all’Accademia della musica studiando solfeggio e percussioni. Frequenta anche il “Conservatoire Royal de Musique à Bruxelles” e l’Institut Saint-Luc nella sezione design.

1973-1977
Nel 1973 entra al Conservatorio dividendo il suo tempo tra studi classici e concerti del suo nuovo gruppo punk “Hunnle bubble”. Nel 1975 pubblica l’LP omonimo con il nome di Roger Junior ma il gruppo si scioglie subito dopo a causa della tragica morte del bassista.

1977-1998
Nel 1977 esce uno dei suoi più grandi successi “Ca plane pour moi” grazie al quale si esibisce in tutto il mondo e entra (tra i pochissimi artisti francofoni) nella Billboard Chart USA. Come presentatore/produttore conduce e produce: “Jackpot” (TF1), “Destination Noël” (France 2), “Due per Tutti” (RAI 2), “Supercool” (RTBF – Radio Televisione Belga di lingua Francofona).

Nel 1981 sbanca le radio e le TV italiane sfruttando anche un’improvvisa e mai più ripetuta passione dei nostri connazionali per lingua francese (qualcuno non ricorda Lio?) con un pezzo fresco e atipico per l’epoca: “Hula Hoop”. L’anno dopo si trasferisce a Milano dove rimarrà fino al 1985.

Nel 1982, grazie al bizzarro regolamento sanremese che improvvisamente ammetteva pezzi cantati in lingua straniera presenta “PIng Pong” un pezzo composto niente meno che da Salvatore De Pasquale, Pinuccio Pirazzoli e Franco Fasano. Un altro twist simpatico e leggero che paragona curiosamente l’amore al tennis tavolo.

Nel frattempo si butta nell’affollato mondo dei fotoromanzi e continua a scrivere musica per ragazzi: in particolare “Abbracadabra” con la partecipazione di Frida degli ABBA e Daniel Balavoine.
Nel cinema affianca Claude Braseur, Michele Aumont e Thierry Lhermite in un film di Serge Leroy: “Légitime violence” (“Legittima difesa” – 1982 / Francia) interpretando sé stesso.
Collabora con Vladimir Cosma (l’autore, tra le altre, di “Reality” colonna sonora del celeberrimo “Il tempo delle mele”) alla scrittura della colonna sonora di “Asterix e la sorpresa di Cesare”.

Nel 1994 pubblica l’LP “Suite Diagonale” su etichetta Sony. Poco dopo decide di dedicarsi alla produzione fondando la MMD insieme a Pierrette Broodthaers (che ci ha appunto dato questa biografia esclusiva n.d.r.). Con questa etichetta pubblica due LP del cantante belga David Janssen, un LP di musica classica contemporanea turca per clavicembalo e organo (con la collaborazione dell’artista turca Leila Pinar), un LP di world music con il coro Kazansky che interpreta musica balcana e il singolo “Chantilly c’est parti” di Noël Godin poliedrico artista belga.

1998-2000
Si apre un nuovo decennio con l’invito di MTV come “Most wanted come-back artist”. Collabora con i “Get Ready” al singolo “Stop ou encore” su etichetta Play the beat. Il singolo diventa disco di platino in Belgio. Nel 1998 pubblica una compilation dei suoi successi occupandosi personalmente della rimasterizzazione per andare a cercare lo spirito e l’anima dei pezzi.
Contemporaneamente si butta in una nuova avventura aprendo una galleria d’arte proprio assieme a Pierrette Broodthaers: “Broodthaers & Bertrand”. La galleria collabora costantemente con il Museo dell’arte contemporanea di Valencia realizzando 120 ritratti di Plastic Betrand ideati dal belga Jacques Charlier altrimenti noto come “Le pirate de l’art”.

2001-2005
Il 2001 si apre con una serie di importanti novità: concerti in Europa, nuovi brani e la partecipazione a “Eurotrash” su Channel 4 e “Clarkson” sulla BBC2.
Nel 2002 pubblica l’LP “Ultra Terrestre” e dirige il programma “Star Academy” su RLTV1.
Nel 2003, per festeggiare i 25 anni di carriera organizza un concerto/evento al “Cirque Royal” di Bruxelles facendosi accompagnare da un’orchestra che per l’occasione riarrangia successi e novità dell’artista belga.
Da luglio a settembre dello stesso anno conduce “Hit Story” su France 3, quiz musicale curato da Jean-Luc Delarue. In ottobre torna al cinema interpretando una pop star nel Film “Casablanca Driver” (Francia – 2004) di Maurice Barthélémy.
Nel 2004 parte per una tournée in Quebec partecipando a tutti gli eventi più importanti e al festival di musica elettronica “Bal en Blanc” (Manifestazione di Montreal arrivata quest’anno alla ventesima edizione n.d.r.) con figure di spicco dell’underground come Poxy, Stefie Shock e DJ Frigid.
Nello stesso anno viene nominato da Re Alberto II del Belgio “Cavaliere dell’Ordine della Corona” per i suoi meriti artistici.
Nel 2005 partecipa a numerose iniziative:
• Si esibisce durante il Concerto Celebrativo 2005 in occasione dei 175 anni della fondazione dello stato belga.
• Viene scelto come testimonial dell’associazione “Perce Neige” in difesa dei portatori di handicap (alla quale dona 60k Euro)
• Partecipa alla trasmissione “Voulez-vous dîner avec moi” per la BETV

2006-2014
Questo importante periodo si apre con la scelta di Coca-Cola del pezzo “Ca plane pour moi” come brano per la sua campagna in Asia. Si esibisce successivamente a Parigi in 3 incredibili concerti che raggruppano tutti gli artisti classificati al numero 1 negli ultimi 25 anni.
Seguono:

  • La partecipazione nel Documentario TV “Plastic Bertrand court toujours” curato da Olivier Monssens
  • Una serie di concerti eccezionali nel Quebec e a Bruxelles dove si esibisce allo stadio “Roi Baudoin” davanti a più di 50.000 persone per il Memorial Van Damne.

Nel 2007 il mercato giapponese ripubblica “Hubble Bubble” sotto la NAT Record etichetta con base a Shinjuku – Tokio specializzata in musica hardcore/punk.
Il 2008 rappresenta un grande anno soprattutto per l’Italia. Plastic viene invitato a Sanremo e partecipa a “I migliori anni” con Carlo Conti.
Esce anche la sua autobiografia (nuovamente con la collaborazione di Olivier Monssens n.d.r.) “Ca plane! Délires et de larmes” Edizioni Rocher in tutti i paesi francofoni.
Pubblica il suo nono LP in studio “Dandy Bandit” e partecipa infine ad uno show a Ginevra con Phil Collins in favore della “Little dream foundation” fondata dallo stesso Collins con la moglie Orianne.
Il 2009 inizia con la presentazione al “Festival Pocket Film” della pellicola “J’ai kidnappé Plastic Betrand” per la regia di Chad Chenouga con Bruno Solo e Carole Richert. Contemporaneamente presenta RTL Disco Show 2 seconda stagione di RTL Disco Show che aveva esordito l’anno precedente.
Nel 2010 si esibisce al concerto di apertura dei giochi olimpici invernali a Vancouver.
Nel 2011 Dopo la partecipazione su Canal Jimmy con “Tout le monde en a parlé” si prepara per il decimo LP in studio.
Nel 2012 partecipa alla trasmissione “Un dîner presque parfait” su RTL/TVI e M6 mostrando il consueto humor e un grande talento culinario! Dopo una serie di collaborazioni artistiche di rilievo è la guest star di RTL Germany nel grande show di inizio anno nuovo.
Nel 2013 partecipa alla trasmissione “Les Années bonheur” (dal format tutto italiano “I migliori anni” di produzione Endemol Italia) su France 2 ma soprattutto riceve una notizia che rappresenta un ennesimo riconoscimento per questo artista: “Ca plane pour moi” viene scelto da Martin Scorsese per il film “The wolf of Wall Street” con Leonardo Di Caprio.

Note Redazione Ottantaedintorni

La biografia è un adattamento della redazione sul testo originale in francese.

Dal 2010 circolano articoli che affermano che non sia stato il cantante belga a cantare i suoi primi successi e pare che lo stesso artista lo abbia confermato.
Beh noi di Ottantaedintorni, un po’ come nel caso di Den Harrow, ci limitiamo a riportarvi questi “leaks” anche perché siamo sicuri che Plastic sia un artista a tutto tondo che abbia o che non abbia interpretato qualche hit.

Per quanto riguarda le edizioni giapponesi vogliamo ricordare che non debbono assolutamente essere sottovalutate. Specializzate spesso in riedizioni esclusive e limitate di Album europei, acquisiscono molto rapidamente valore e sono vere e propri oggetti di culto per collezionisti. Un caso per tutti a casa nostra: le riedizioni degli LP de "Il banco del mutuo soccorso".



Social

Vuoi collaborare?

Scrivici! info at ottantaedintorni.it

Ultime News

Doppia uscita per Walter Foini

"Notte senza luna Ŕ" e "Il silenzio Ŕ fragile"

Il bar del mondo. Nuovo LP per Gianni Togni

Ultima fatica di uno dei cantautori simbolo degli anni 80.

Il pi¨ inaspettato dei ritorni..

Walter Foini presenta Chi? su etichetta RiverRecords



Ottantaedintorni© 2002-2017 - Tutti i Diritti Riservati | Note Legali | Credits | Mappa Sito