Stefano Sani

Stefano è nato artisticamente in tenera età partecipando a molti concorsi per dilettanti nei quali si è distinto per la sua voce pura e lineare.

Ovviamente, seppur precoce, portò via il primo premio di quasi tutti i concorsi suscitando stupore per la sua capacità di comunicare un immediato feeling di simpatia al pubblico.

Non si può nascondere che parte di questo primo successo fosse anche dovuto anche al suo aspetto di bravo ragazzo che conquistò contemporaneamente più generazioni: i giovanissimi quindi, ma anche i genitori che apprezzavano i sentimenti che Stefano trasmetteva ai loro figli.

Parallelamente si dedicò anche alla formazione universitaria iscrivendosi al corso di Laurea in Medicina con la ferma intenzione di specializzarsi in pediatria.

Occorre specificare tuttavia che una passione così forte per il canto non è facilmente contrastabile e Stefano alla sua prima vera occasione si buttò a capofitto in quella che sarà una delle più importanti avventure della sua vita.

Grazie all'allora sconosciuto Adelmo Zucchero Fornaciari (suo produttore) si presentò sul palco di Castrocaro piazzandosi immediatamente dietro a Zucchero stesso e Fiordaliso. Gli esperti sanno che questo risultato rappresenta un perfetto passaporto per presentarsi l'anno successivo a Sanremo.

La fortuna di Stefano però continuò a farla il suo produttore che gli scrisse una canzone che sembrava nata per lui: "Lisa". Gli arrangiamenti tipicamente "acqua e sapone" e la riuscita linea melodica ammaliarono il pubblico sanremese e permisero a Stefano di entrare in finale. Occorre specificare che la concorrenza di quell'anno era notevolissima, Stefano dovette scontrarsi con canzoni del calibro di

Titolo Autori Interpreti
"Strano momento" Soffici - Lo Vecchio Roberto Soffici
"Beguine" Fontana - Migliacci - Pellegrino Jimmy Fontana
"Una notte che vola via" Adelmo Fornaciari Zucchero Fornaciari
"Tu stai" Roberto Satti Bobby Solo

per non parlare delle più note......

Ciò nonostante ottenne un successo incredibile e fu incoronato rivelazione dell'anno nell'ambito della manifestazione "Microfono d'argento 1982" di mamma RAI. Non parliamo di tutte le ragazzine che vedevano in lui il ragazzo della porta accanto, il fidanzatino ideale: migliaia di lettere giungevano settimanalmente al suo indirizzo e alle redazioni dei giornali per teenagers che spesso lo piazzavano in copertina.

Resosi conto di questo enorme successo Stefano decise di promozionare il disco all'estero partecipando anche al Festival di Malta dove raggiunse il secondo posto. Sull'onda della sua popolarità fu anche invitato a condurre su RAI 3 un programma quotidiano dal titolo "Orechiocchio" in cui dimostrò buone capacità anche come intrattenitore.

Terminato un anno, il 1982, ricchissimo di soddisfazioni, Stefano partecipò ad un altro Festival di Saneremo con una canzone composta da Zucchero e da un BIG del background musicale: Luigi Albertelli.

A Luigi noi tutti appassionati di musica del periodo 1976-1986 circa dobbiamo qualcosa: è stato autore di grandissimi successi che ci hanno emozionato ed è l'unico vero specialista del genere "acqua e sapone". Ciò senza nulla togliere ad altri autori (veri miti del mondo musicale) del periodo tra i quali il già citato Alberto Salerno, Guido Morra, Maurizio Fabrizio.....ecc. Chiusa la parentesi su Albertelli si può tornare alla carriera di Stefano.

Con Complimenti ottenne un'altra finale sebbene il successo rispetto a Lisa risulterà nettamente inferiore. Strano perchè "Complimenti" è molto piacevole e lo stile di Stefano si mantenne assolutamente immutato rispetto ai successi precedenti. Al singolo "Complimenti" si affiancò il primo LP etichettato Fonit Cetra: "Stefano Sani 1983" attualmente introvabile e considerato preziosissimo dai collezionisti.

Ormai il successo era consolidato Stefano partecipò a: Domenica in, Festivalbar, Premiatissima, Maurizio Costanzo, Saint Vincent, Disco per l'Estate.....insomma le sue apparizioni alle più importanti trasmissioni televisive non si contavano. Anche il 1984 rappresentò per Stefano un anno ricco di soddisfazioni: con "Notte Amarena" partecipò al Disco per l'estate di Saint Vincent ottenendo ancora una volta un notevole successo. Nel 1986 decise di dare una svolta alla sua carriera cercando, e probabilmente non trovando una nuova collocazione nel panorama musicale.

Questo tentativo di ridefinizione della propria carriera ed immagine è comune a molti cantanti del periodo e, nella maggior parte dei casi sembra non aver portato a risultati soddisfacenti. E'ovvio che tali tentativi rispecchino la volontà di allungare il periodo di successo ma vi è da chiedersi se vi sia la reale necessità di realizzarli. Sembra piuttosto che i fattori negativi risultanti siano di gran lunga maggiori del successo effettivamente ottenuto.

Accantonando queste considerazioni, l'album "delicatamente due" ottenne un discreto risultato riscontrando anche i favori della critica.

Abbandonato il sogno di laurearsi in medicina (attività inconciliabile con la carriera) Stefano partecipò a molte tournée insieme a personaggi del calibro di Jocelyn, Ramona dell'Abate, Viola Valentino, Giucas Casella, Zucchero, Paolo Vallesi nel 1989, Nikka Costa (la bambina prodigio di "On my own") nel 1990, Flavia Fortunato (bella e ottima interprete di capolavori quali ad es. "Casco blu", "Aspettami ogni sera", "Canto per te", "Verso il 2000" e lo straordinario duetto intitolato "Per niente al mondo" con il famoso autore Franco Fasano), Fiordaliso (1993), Biagio Antonacci ed altri ancora.

Ultimamente si dedica al teatro e di lui si ricorda la grande partecipazione a meteore nel 1999 dove ha reinterpretato con ancora notevoli qualità vocali, il suo cavallo di battaglia: "Lisa".

A lato possiamo invece osservare alcuni momenti della sua partecipazione a "La notte vola"

I suoi dischi sono assolutamente introvabili se si esclude il CD "Per un minuto di poesia" edito dalla DV More Records.

Leggete una bellissima intervista a tutto tondo di Stefano rilasciata durante un suo concerto in esclusiva per Ottantaedintorni!

Stefano per Ottantaedintorni



Social

Vuoi collaborare?

Scrivici! info at ottantaedintorni.it

Ultime News

Doppia uscita per Walter Foini

"Notte senza luna �" e "Il silenzio � fragile"

Il bar del mondo. Nuovo LP per Gianni Togni

Ultima fatica di uno dei cantautori simbolo degli anni 80.

Il pi� inaspettato dei ritorni..

Walter Foini presenta Chi? su etichetta RiverRecords



Ottantaedintorni© 2002-2017 - Tutti i Diritti Riservati | Note Legali | Credits | Mappa Sito